Franco Cazzola

Franco Cazzola

Intervento al convegno  tenutosi a Ravenna il 19 novembre 2016 in ricordo dello storico-geografo Lucio Gambi nel decennale della scomparsa.

Pubblicato nel volume Lucio Gambi Ravenna e la Romagna. Un geografo per la storia, a cura di Dante Bolognesi e Carla Giovannini, Bologna, Bononia University Press, 2018, pp. 71-78.

Martedì, 08 Gennaio 2019 11:27

Dall'aratro al filo di seta: Carlo Poni

Un profilo scientifico dello storico bolognese Carlo Poni e del suo percorso di studi. Allievo di Luigi Dal Pane si dedicò allo studio delle tecniche agricole e, successivamente al tema dell'industria serica nell'età moderna. Carlo Poni è scomparso nel 2018.

Contributo apparso nel volume Una scienza Bolognese? Figure e percorsi nella storiografia della scienza, a cura di Annarita Angelini, Marco Beretta, Giuseppe Olmi, Bononia University Press, 2015, pp. 291-303.

Pubblicato in "Storia economica. Rivista semestrale", anno XVII, 2014, n. 2, numero speciale dedicato a Le radici della storia economica in Italia. La costruzione di un metodo,  a cura di Luigi De Matteo, Alberto Guenzi e Paolo Pecorari, pp. 319-334.

L'articolo propone un profilo biografico e culturale dello storico Luigi Dal Pane e del suo ruolo nella storiografia economica italiana. 

Pubblicato in Emilio Sereni. Per la storia del paesaggio agrario e del pensiero agronomico dell'Emilia-Romagna, con contributi di Roberto Finzi e Franco Cazzola, Quaderni del Museo della Civiltà contadina, n. 4 (2011), Provincia di Bologna, Istituzione Villa Smeraldi - Museo della civiltà contadina, 2011.

 

Introduzione ai due saggi che Emilio Sereni dedicò alla storia del paesaggio agrario emiliano e alla figura di Filippo Re, ripubblicati nel quaderno 4 del museo della civiltà contadina di S. Marino di Bentivoglio (BO)

Martedì, 08 Gennaio 2019 10:13

Luigi Dal Pane e la storia dell'agricoltura

Testo presentato al convegno tenutosi a 20 anni dalla scomparsa dagli allievi e  dai conoscenti dello storico romagnolo Luigi Dal Pane (1903-1979) fondatore dell'Istituto di storia economica e sociale dell'Università degli studi di Bologna.

Pubblicato in Luigi Dal Pane storico e maestro (1903-1979). Atti della giornata di studi, Bologna 22 ottobre 1999, a cura di Bernardino Farolfi e Carlo Poni, Bologna, Costa editore, 2001, pp. 107-116.

Introduzione al convegno organizzato dall'Istituto "Alcide Cervi" a Genova nel ventennale della scomparsa di Emilio Sereni, primo presidente dell'Istituto. 

pubblicato in "Annali dell'Istituto Alcide Cervi " n. 19/1997, pp. 7-18

Martedì, 08 Gennaio 2019 09:30

Emilio Sereni

 

Testo di una conferenza tenuta presso la Biblioteca del ministero delle politiche agricole di Roma nel 2007 sulla figura di Emilio Sereni, economista agrario, fuoriuscito antifascista, ministro  nel secondo dopoguerra, fondatore dell'Alleanza Nazionale dei Contadini, storico dell'agricoltura, del paesaggio agrario, antichista e linguista.

Edito in I Solchi. Colloqui in Biblioteca su alcuni protagonisti della storia dell'agricoltura italiana, Roma, Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, 2007, pp. 156-173.

Pubblicato in "Annali dell'Istituto 'Alcide Cervi' n. 5/1983 (stampa dicembre 1884), pp. 11-51

 

Questo saggio di 40 pagine è la relazione introduttiva al convegno organizzato nel 1984 dall'Istituto "Alcide Cervi" nel centenario dei moti contadini detti "La boje!". Si analizzano de condizioni della grande massa di contadini e giornalieri che si organizzarono per protestare contro le condizioni di miseria e di lavoro in cui erano costretti a vivere nella bassa pianura padana. Le campagne della bassa pianura produttrici di grano, mais, riso e altri cereali furono gravemente colpite dalla crisi dei prezzi che dopo il 1882 e fino al 1896 investì la Valle Padana. Si sperimentarono in questa occasione scioperi e organizzazione di sindacati tra i lavoratori della terra. Il convegno si tenne nel febbraio 1984 a Venezia, dove avvennero i processi contro i contadini mantovani nel 1885.

Contributo pubblicato in Studi sull'agricoltura italiana. Società rurale e modernizzazione, a cura di Pier Paolo d'Attorre e Alberto De Bernardi, «Annali della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli», anno ventinovesimo 1993, pp. 299-313.

Il saggio affronta il problema del ruolo esercitato dall'agricoltura nella creazione del capitale che fece da supporto all'industrializzazione. Nelle quattro regioni che si affacciano al corso del Po (Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto) si è andata concentrando nel XX secolo una parte consistente della produzione agricola nazionale: un terzo del frumento, il 70% del mais, quasi il 100% del riso, due terzi della barbabietola da zucchero, un terzo della produzione di uva, un quarto di quella di pomodoro, ecc. In queste quattro regioni si concentravano inoltre, nel 1981, due terzi dei bovini e il 70% dei suini. Ma va anche considerato che in quelle quattro regioni era prodotto il 46% del valore aggiunto nazionale al costo dei fattori. 

Questi dati offrono lo spunto per considerare le relazioni che uniscono il forte ruolo svolto dall'agricoltura padana sullo sviluppo  complessivo italiano e sui fenomeni del dualismo economico, sui rapporti fra agricoltura e mercato, su strutture fondiarie e impatto ambientale della concentrazione produttiva.

Sabato, 22 Dicembre 2018 17:56

Il paesaggio agrario emiliano

Pubblicato in L'Emilia Romagna, a cura di Franca Cantelli, Giuseppe Guglielmi, Massimo Massara., Milano, Teti editore, 1974.

L'articolo, scritto oltre 50 fa in un volume collettivo, propone una sintesi di insieme del rapporto fra agricoltura tradizionale e paesaggio, di fronte alle trasformazioni indotte dallo sviluppo delle grande azienda capitalistica sorta con le grandi opere di bonifica  della bassa pianura. Nei primi anni 70 l'avvento dell'ordinamento regionale aveva stimolato una riflessione di sintesi sui caratteri storici, geografici, sociali e culturali alla ricerca delle componenti  di  fondo di una regione nata come «compartimento statistico» (L. Gambi) ma che stava scoprendo le sue componenti unitarie. Il conflitto sociale nelle campagne emiliane aveva accompagnato, soprattutto qui, le trasformazioni dei rapporti agrari e del paesaggio. 

 

Pagina 1 di 10
Mighty Free Joomla Templates by MightyJoomla