Franco Cazzola

Franco Cazzola

Pubblicato in Franco Cazzola, Adriano Mazzetti, La battaglia della Polesella 22 dicembre 1509, Atti del Convegno di studio delle Deputazioni di storia patria per le Venezie e di Ferrara, Comune di Polesella, Cierre Gruppo editoriale, 2011, pp. 9-22. 

 

Intervento al convegno di Polesella nel cinquecentesimo anniversario (2009) della battaglia di Polesella. Nello scontro fra le armate estensi e la flotta della Serenissima ormeggiata a Polesella, i cannoni ferraresi provocarono l'affondamento di gran parte delle galere veneziane. Al centro del conflitto tra Ferrara e Venezia stava l'obiettivo strategico di quest'ultima di assicurarsi il controllo della navigazione fluviale sul Po.

Lunedì, 08 Luglio 2013 10:15

I paesaggi agrari dell'età moderna

Intervento alla tavola rotonda della Summer School  Emilio Sereni sulla storia del paesaggio agrario italiano, III edizione, 23-28 agosto 2011.

pubblicato in La costruzione del paesaggio agrario nell'età moderna, Quaderni, n. 8 dell' Istituto Alcide Cervi, 2012, pp, 121.124.

 

Introduzione alle tre conferenze che nel 1962 lo storico inglese Maurice Dobb tenne a Bologna presso la facoltà di Economia e Commercio ripubblicate in:

M. Dobb, Alcune questioni di storia del capitalismo, «Storicamente», 5 (2009),
www.storicamente.org/01_fonti/storia_del_capitalismo.htm

Lunedì, 08 Luglio 2013 09:30

Emilio Sereni e le campagne emiliane

Un saggio introduttivo all'edizione dei contributi di Emilio Sereni dedicati all'agricoltura e al paesaggio agrario dell'Emilia  Romagna.

Pubblicato in Emilio Sereni,  Per la storia del paesaggio agrario e del pensiero agronomico, con contributi di Roberto Finzi e Franco Cazzola, Bologna, Istituzione Villa Smeraldi Museo della civiltà contadina, 2011 (I quaderni del Museo della civiltà contadina, 4), pp, 11-18

Sulla base di un elenco dei cittadini sottoposti ad estimo nel 1576 sono riportati i dati sulla distribuzione dei possessi fondiari nel vasto distretto del Comune di Ferrara, distintamente per le  "guardie" in cui restava suddiviso il Polesine di San Giorgio, per villaggi e per qualità delle colture (arativo arborato e vitato, arativo nudo, prato), ossia per le qualità di terreni che pagavano l'estimo. Oltre il 53% degli estimati apparteneva a categorie non nobili, ossia borghesia urbana, artigiani, professionisti, ecc. 

Un profilo storico delle bonifiche e dell'irrigazione nella Valle padana dal 1400 ad oggi 

Pubblicato in :

 Un Po di terra. Guida all’ambiente della bassa pianura padana e alla sua storia, a cura di C. Ferrari, L. Gambi, Reggio Emilia, Diabasis, 2000, pp. 487-515.

Pubblicato in

 in Storia d’Italia. Le regioni dall’Unità ad oggi, l’Emilia-Romagna, a cura di Roberto Finzi, Torino, Giulio Einaudi editore, 1997, pp. 53-123

Venerdì, 06 Luglio 2012 20:57

Il Po tra politica ed economia

Pubblicato in Dino Felisati(a cura di) In principio era il Po. Storia, cultura, ambiente, Venezia, Marsilio, 1998, pp. 85-97.

 

Venerdì, 06 Luglio 2012 20:46

Tra geografia e storia

Pubblicato in

Nei cantieri della ricerca: incontri con Lucio Gambi, a cura di Franco Cazzola, Bologna, CLUEB, 1997, pp. 3-7.

Pubblicato in,  Il sistema fluviale Scoltenna/Panaro: storie d'acque e di uomini, Atti del Convegno (Nonantola 10-11-12 marzo 1988), a cura di Franco Serafini e Antonella Manicardi, Nonantola, Amministrazione comunale, 1990, pp.115-119.

La comunità di Bondeno era situata in uno snodo strategico dell'idrografia padana. Confluivano nel suo territorio acque modenesi (Panaro), mirandolane (canale di San Martino) e mantovane (Fossalta) e soprattutto le acque ristagnanti nel vasto bacino del canale di Burana. Sul finire del 1500 il sistema idraulico che faceva capo al Po di Ferrara entra in crisi irreversibile e apre mutamenti fondamentali al decorso delle acque.  

Pagina 5 di 9
Mighty Free Joomla Templates by MightyJoomla