Mercoledì, 13 Agosto 2014 16:11

Le bonifiche cinquecentesche nella valle del Po: governare le acque, creare nuova terra

Vota questo articolo
(0 Voti)
Il fiume Po a Carbonarola (Mn) Il fiume Po a Carbonarola (Mn) Foto F. Cazzola

Pubblicato in A. Fiocca, D. Lamberini, C. Maffioli (a cura di), Arte e scienza delle acque nel Rinascimento, Venezia, Marsilio. 2003, pp. 15-35.

 

Nel secolo 16° tutta la pianura padana è un grande cantiere. Schiere di tecnici, ingegneri, matematici dirigono grandi lavori di regolazione delle acque, di prosciugamento di bassifondi e di sistemazione delle terre a scopo agricolo. Si arginano fiumi, si scavano canali collettori e reti di raccolta delle acque piovane, si edificano chiaviche, botti, regolatori di flusso, derivazioni di acque irrigue. La ricerca di nuove terre da grano si fa sempre più affannosa col crescere della popolazione. Prende il via quella grande opera di costruzione della pianura che oggi conosciamo.

Letto 1316 volte Ultima modifica il Sabato, 27 Dicembre 2014 17:40
Mighty Free Joomla Templates by MightyJoomla